La nostra storia è il pilastro della nostra tecnologia

Siamo nati insieme allo sport, quando
moto cross e mountain bike
vedevano la luce

 

Nel 1972, quando in Europa, ed in particolar modo in Italia, si assisteva ad un’esplosione del moto cross e dell’enduro, a Prato, in Toscana, nel cuore di quell’Italia dove l’immaginazione di alcune delle più grandi personalità della storia del mondo dei motori diventava realtà, nasce la AIM, un’azienda che con le sue innovazioni lascerà il segno nel mondo delle competizioni di regolarità e moto cross. Quella di AIM è un’avventura lunga quindici anni, costellata di successi ed innovazioni che ancora oggi vengono utilizzate nel mondo della moto.
Verso la fine degli anni ’80 però, una nuova disciplina sta emergendo in tutto il mondo, pronta ad aprire le porte di un futuro ancora sconosciuto, la mountain bike. Nel 1987 nasce Formula, ideata dalle stesse intelligenze che avevano reso AIM un riferimento nel mondo motociclistico, nata dalla stessa passione. L’obiettivo di questo gruppo di uomini e donne è semplice e al tempo stesso pioneristico, portare la tecnologia del mondo moto in quello della mountain bike. In altri termini, Formula nasce con l’intento di diventare leader di innovazione.

heritage1

 

Nel 1993 abbiamo creato il primo
freno a disco della storia della
mountain bike

 


Il 1993 è un anno che determina una rinascita nel mondo della mountain bike, quasi un anno zero. Formula è protagonista indiscussa di questa innovazione. Con l’introduzione dello Standard, abbiamo creato il primo freno a disco idraulico della storia studiato esclusivamente per per l’utilizzo in mountain bike. Il mondo della bici cambia per sempre.

heritage-disco

heritage2

I nostri freni sui tetti del mondo

 

Negli anni successivi all’introduzione dello Standard, i nostri freni conquistano, uno per uno, tutti i titoli più prestigiosi delle competizioni mountain bike. Sono gli anni di modelli storici come gli Evoluzione, i B4 e gli ORO.

Grazie all’aiuto dei numerosi atleti che abbiamo supportato con passione e dedizione, negli anni abbiamo contribuito alla conquista di diversi titoli mondiali nel downhill. Una storia fatta di attaccamento e amore per il mondo agonistico, un aspetto

del nostro carattere che ci portiamo dietro da sempre. In pochi anni di lavoro i nostri progettisti hanno raggiunto lo scopo che si erano prefissati, far diventare i freni Formula il punto di riferimento del mondo della mountain bike, sia dal punto di vista delle prestazioni che da quello della qualità costruttiva. Avevamo raggiunto un traguardo importante, avevamo cambiato per sempre il modo di andare in bici.

 

 

 

nicolas-vouilloz
Nicolas Vouilloz, Campione del Mondo Downhill 1997.

formula-brake-freno-oro-gm

Una nuova sfida: le sospensioni
per mountain bike

 

Il 2012 è stato per noi il momento di affrontare una nuova, grande sfida. Siamo sempre stati immersi nel mondo delle sospensioni. Sin dai tempi di AIM i nostri progettisti hanno lavorato a stretto contatto con alcuni dei più grandi produttori di sospensioni del mondo. Nel 1993 abbiamo prodotto il nostro primo ammortizzatore per moto. La quantità di conoscenza accumulata negli anni e l’ingresso di nuovi specialisti nella famiglia Formula ha segnato con naturalezza il nostro passo successivo, quello delle sospensioni per mountain bike.
Il nostro è stato un ritorno, non un inizio. Nel mondo moto trial, ad oggi, le nostre forcelle sono considerate il punto di riferimento della disciplina. Ancora una volta abbiamo adottato una strategia già risultata vincente in passato, portare il nostro background moto nel mondo della mountain bike. Il successo ottenuto con l’ingresso nel mondo delle sospensioni mountain bike ha segnato di fronte a noi un nuovo orizzonte, che ci ha portato a cimentarci nella produzione di un più vasto range di componenti per mountain bike.

 

heritage-full-width

 

Made in Italy

 

Il Made in Italy è un marchio che esponiamo con orgoglio, e lo incarniamo nel senso più profondo. Made in Italy significa inserirsi nel solco della grande tradizione ingegneristica italiana. Leonardo da Vinci, il primo ingegnere della storia, è nato e cresciuto a pochi chilometri dal nostro quartier generale di Prato. Questa storia da noi si respira nell’aria, siamo figli ed eredi di quella tradizione di progettisti italiani che per secoli ha innovato in tutti i campi della tecnica, e che continua a farlo oggi.
Siamo quello che siamo oggi perché siamo coscienti della strada che ci ha portati fin qui. Abbiamo pensato, ideato, abbiamo raccolto sfide, ci siamo sporcati le mani, abbiamo sbagliato, abbiamo ricominciato e abbiamo raggiunto risultati un tempo impensabili. In questo modo continuiamo ad innovare oggi, seguendo ancora una lezione antica, ma, allo stesso tempo, all’avanguardia.

 

“La conoscenza è figlia dell’esperienza” – Leonardo da Vinci